Europa verso l’istruzione digitale

Formazione a distranza

A seguito della pandemia da Covid-19 e con l’approvazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l’Europa guarda in avanti con una prospettiva di sviluppo del Paese sempre più green e sempre più digital

A tale proposito, il piano d’azione per l’istruzione digitale (2021-2027) – attraverso il programma Next Generation EU – è stato finanziato con l’ingente cifra di 750 miliardi di euro. 

Il piano mira ad adeguare i sistemi di istruzione e formazione degli Stati membri dell’UE all’era digitale contemporanea attraverso una serie di azioni, ma quali sono gli obiettivi principali? 

Obiettivi del piano di azione per l’istruzione digitale 

Il piano d’azione per l’istruzione digitale vuole conseguire due principali obiettivi: 

  • promuovere lo sviluppo di un ecosistema adatto ad un’istruzione digitale;
  • migliorare le competenze e le abilità informatiche della popolazione al fine di sviluppare un paradigma culturale sempre più tendente al digitale.

Se da una parte la pandemia ha aperto la strada all’istruzione a distanza, dall’altra ha creato importanti differenze nella fruibilità di tale modalità. 

L’Unione Europea, con questo piano di azione, si propone di migliorare questa esperienza attraverso la costruzione di infrastrutture inclusive e solide ma anche di ambienti positivi di scambio dell’esperienza. 

Il mondo della scuola, in particolare di quella pubblica, viene visto in una chiave più flessibile, inclusiva, accessibile, ma soprattutto più di qualità.

Formazione online: presente o futuro?

Quella dell’istruzione a distanza non è una novità, infatti, già da qualche decennio, grazie alla diffusione delle tecnologie, sta diventando sempre più consueto il concetto di formazione online. 

Gli obiettivi dell’Agenda Europea non sono tanto incentrati sullo sviluppo delle tecnologie in sé, quanto sul loro utilizzo da parte di un ampio gruppo di utenti con l’obiettivo di rendere questi ultimi sempre più consapevoli e performanti nei diversi ambiti della vita. 

Se per il settore pubblico ci pensa l’Europa con il suo Recovery Fund, nel privato ci pensa SafesPro che, da numerosi anni, mette al centro gli utenti con il fine ultimo di formare professionisti in grado di affrontare le diverse sfide del mondo. 

Istruzione a distanza oggi

L’istruzione a distanza è sempre esistita, già nel 1800 alcune Università europee inviavano tramite posta i loro corsi di formazione agli studenti mentre, negli anni ‘60, con l’arrivo della radio e della TV, si diffondevano i programmi di informazione come ad esempio il programma della RAI “Telescuola”.

Insomma, negli anni sono cambiati i mezzi, ma la storia è sempre la stessa.

Condividi

Altre notizie

LMS
Formazione

Piattaforme LMS: l’apprendimento a distanza diventa semplice

Le piattaforme LMS (Learning Management System) sono strumenti digitali che vengono utilizzati per la gestione dell’apprendimento a distanza. Queste piattaforme consentono agli insegnanti di creare e distribuire contenuti didattici, monitorare il progresso degli studenti e comunicare con loro in tempo reale.

Leggi tutto »

Ricevi aggiornamenti sulle attività di SafesPro direttamente nella tua casella di posta elettronica